Le mosse anti-serbe

Activities - Comments

Scritto da Z. Jovanovic
Presidente del Forum di Belgrado per il mondo degli uguali

10 febbraio 2020  

dve 

Gli sforzi per rivedere  gli accordi di Dayton non sono nuovi, ma la loro attuale intensità  è nuova. Che il loro obiettivo primario sia quello di staccare ulteriormente le competenze e i diritti della Republika Srpska, come sono definiti dalla configurazione di Dayton, riducendoli  in una forma vuota, e quindi abolirli formalmente per creare una comunità bosniaca unitaria, con una  "funzione"  europea dominata dalla Bosnia-Erzegovina,  non è da tempo un segreto.

Si intensificano anche i tentativi di revisione, svalutazione e infine abrogazione della risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza ONU: poiché tale obiettivo non è realistico, a causa dell'opposizione di Russia e Cina, dal 1999 i centri di potere occidentali hanno tentato di attirare la Serbia, vittima delle aggressioni armate della NATO, verso il riconoscimento e l’accettazione della sottrazione del Kosovo Metohija, con l'istituzione di uno stato albanese nel territorio dello stato serbo. Sono manovre per disarmare la resistenza della Russia e della Cina all'abrogazione della risoluzione 1244, nonché per eliminare la ragione del mancato riconoscimento del Kosovo Metohija, da parte di cinque membri dell'UE, vale a dire una delle dimostrazioni più evidenti che mostrano la disunione all'interno dell'UE.

Tale idea presenta un grave svantaggio, considerando che la Russia e la Cina accetteranno solo una soluzione legata ai loro interessi geopolitici e, alla fine, non accetteranno la geopolitica dell'espansione verso est della NATO.

Tutto questo nel momento della più grande e provocatoria dimostrazione dell'espansione militare NATO con la preparazione  delle esercitazioni di "Europa 2020 Defender" e "Indo-Pacific Defender 2020".

Perché gli Stati Uniti, la Germania e il Regno Unito stanno mercanteggiando  sulla Risoluzione 1244, senza citarla, anche se sono stati i suoi promotori e sponsor?

Probabilmente è perché quella Risoluzione non è negativa per la Serbia e vogliono che la Serbia non abbia aiuti.

Perché la Serbia menziona raramente la risoluzione 1244, che garantisce la sua sovranità e integrità territoriale?

Forse perché l'insistenza della Serbia sull'attuazione della risoluzione 1244, non sarebbe a favore della dirigenza di Pristina.

Potrebbe un cosiddetto nuovo accordo globale, giuridicamente vincolante, che nessuno ha ancora visto, ma che la Germania ha dichiarato di aver creato, essere migliore della Risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, e in che cosa?

Se qualcuno avesse mai ritenuto che l'accordo di cui sopra, avrebbe potuto essere migliore per la Serbia della Risoluzione 1244, chi potrebbe essere il suo migliore garante, se non il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite?

Si può immaginare una situazione in cui, Russia e Cina danno il via libera a un simile accordo in seno al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, che sancisce essenzialmente il primato della geopolitica dell'espansione della NATO a est o ovest, a seconda che sia vista da Berlino o da Seul?
E’ così che la legge sulla cosiddetta libertà religiosa in Montenegro, è arrivata sulle ali di una revisione della storia, in particolare un tentativo di rivedere le decisioni dell'Assemblea di Podgorica dal novembre 1918.

È paradossale, ma per una politica stracciona, tentare di sequestrare le proprietà della Chiesa, tentare di abolire la Chiesa ortodossa serba e istituire la Chiesa ortodossa montenegrina , si trasformano in Freedom of Religion Act, anche se sarebbe molto più logico chiamarlo con il suo vero nome: un tentativo di decretare con una legge l'abolizione della Chiesa ortodossa serba, l'abolizione dell'identità serba, nazionale, culturale e spirituale e l'appropriazione delle proprietà e delle proprietà della Chiesa ortodossa, in una funzione antiserba.

Il risultato è, per il momento, il risveglio e l'unione del popolo in difesa di un'altra aggressione,  l'aggressione di un regime totalitario, essenzialmente geopolitico, come quello montenegrino attuale, sponsorizzata  e sostenuto dalla NATO.
I suddetti tentativi di revisione di Dayton, della Risoluzione ONU 1244, dell'Assemblea di Podgorica e una serie di tentativi simili, hanno una radice comune anti-serba, anti-slava e anti-civiltà.

I loro latori  vogliono il dominio totale sul mondo, in un momento in cui la civiltà umana sta celebrando il suo 75° anniversario dalla sconfitta e del crollo di tentativi simili, già visti nella storia europea.

Da Beoforum – Traduzione di Enrico V. per Forum Belgrado Italia/CIVG

Source: http://www.civg.it